La Dott.ssa Michela Barisone vincitrice del premio Nursing Investigator Award al Congresso ESC Heart Failure di Parigi

La Dott.ssa Michela Barisone PhD Student  del Dottorato in Nursing  dell’Università degli Studi di Genova, Facoltà di Medicina e Chirurgia – Dipartimento di Scienze della Salute è risultata vincitrice del primo premio della competizione Nursing Investigator Award in occasione del Congresso Internazionale ESC Heart Failure svoltosi a Parigi dal 29/04 al 2/5/2017.

Questo importante riconoscimento promosso dalla Società Europea di Cardiologia nasce con la finalità di sostenere la ricerca originale e dell’eccellenza scientifica.

I finalisti sono stati selezionati nelle categorie: Investigator Award in Clinical Science, Investigator Award in Basic Science, Nursing Investigator Award e Clinical Case Awards.

Il Nursing Investigator Award è un premio ESC di 1000 euro per il vincitore. Il premio monetario è destinato a fornire assistenza per partecipare al Congresso ESC e stimolare ulteriori ricerche  post-dottorato con l’obiettivo di riconoscere contributi significativi da parte dei nuovi ricercatori in infermieristica cardiovascolare e professioni alleate a livello europeo (CCNAP). Il premio è stato assegnato alla ESC Awards Ceremony durante il Congresso ESC il 30 Aprile 2017.

Il numero di infermieri esperti in problematiche cardiovascolari preparati dalle scuole dottorali e dei professionisti alleati sta crescendo in Europa e il premio Nursing Investigator Award concorre al riconoscimento dell’eccellente contributo di questi ricercatori  nella prevenzione e nella cura delle malattie cardiovascolari.

Lo studio di ricerca presentato dalla Dott.ssa Michela Barisone dal titolo Meta-synthesis of the invalidating factors that influence quality of life in patients with an implantable cardioverter defibrillator” è stato premiato per il rigore metodologico e miglior presentazione.

La sessione Nursing Investigator Award è un concorso in cui i finalisti presentano la loro ricerca in sessioni orali, moderate da due presidenti, in questo caso Tiny JAARSMA (Norrkoping, Svezia), Sophie Penelope WELCH (Londra, Regno Unito) e giudicate da un gruppo di esperti che determinano un primo premio e due runners-up. La commissione di giudici era composta da I. EKMAN (Goteborg, SE); J. DE COURCEY (London, GB); J. BOYNE (Maastricht, NL) che formulavano a ciascun candidato domande inerenti allo studio con particolare attenzione a come i progetti presentati, avevano un potenziale in termini di ricaduta nella pratica clinica.

Il Congresso ESC HEART FAILURE di quest’anno ha ricevuto circa 2000 abstract sottomessi per i vari topics e solo 6 sono stati selezionati per la presentazione orale nella categoria Nursing Investigator Award.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *